Questo sito si avvale di cookies, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione. 
Continuando a visualizzare il sito o premendo ok acconsenti all'uso dei cookie.

Miei signo' alleramente
ecco qua io so' settembre
che v'ha fatto bene sempe
e sempe bene ve farrà !


Disse bbuono mamma mia:
figlio mio fa' bbene a tutti
mo' ca ottombre avrà li frutti
uva e fichi 'nquantità!


Va cchiù bbuono 'o pover'ommo
e va bbuono pur''o ricco
vanno bbuono 'o chiatto e 'o sicco
e chi è chiatto po' schiattà'!


Si quaccuno soffre 'a famma
se ne va pe' lli campagne:
noce,fiche,uva e castagne,
tene sempe da magnà'!


Io so' tutto sciampagnone,
so' Settembre e tanto abbasta
quase quase a stessa pasta
è uttombre comm'a me!

Io cu Marzo e con Abbrile
a voi tutti faccio omaggio:
vale cchiù na rosa 'e Maggio
ca sti sciure quante so'....

 

Vuje sentie che prufumo
quanta è bella chesta rosa
ca 'ncurona 'a fresca sposa
quanno vace a guarià'!

 

Io pirciò mi dono avanti
nella florida stagione;
quanno faccio lu squarcione
tutte allere faccio sta'.

 

Pure 'a ciucccia s'addecréa
mo' ch'è maggio sempe arraglia;
pure 'o ciuccio sente arraglio
e 'a fernisce 'e fa' arraglià'.

 

E si canta ,arraglia biada;
e si arraglia,arraglia bene...
Mo ca Giugno se ne vene
nisciuna ciuccia arraglia chchiù!

So' frevaro e songo curto
se la pigliano cu mme:
vuje dicite ca jo so' curto
e jo ve 'mparo de parlà'...

Jo ve faccio murì' 'e famma,
accussì vacanta 'a panza,
ve 'mparate la crianza
e nun parlate contr''e me!

Vuje sapite ca nun surrèjo
e dicite :faccio pena!
E si nun ve voglio bene
nun avite che mme fa'!

Vuje sapite che ve faccio?
Jo ve dongo 'sti turmiente:
acqua,neve,friddo e viento
e gghialàte 'nquantità...

E si chesto nun v'abbasta
jo ve scarreco 'e mascune
fino a dinto a li fucune:
chesto 'o curto ve farrà...

Vuje dicite:"è scarzo,è scarzo",
ma nun aggio corpa jo
chell'è corpa è mamma mia
ca penzaje 'e s'addurmì;

nun guardate a Sant'Aniello!
E po' chillu fesso 'e tata
s'abbuffaje 'e paglia 'e prato
chella sera e niente cchiù.

Ecco dunque la raggiona
della mia lunghezza scarza;
ma mo' vène 'o mese 'e marzo
ch' ha tre gghiuorne cchiù de me...

Io so' Marzo e so' pazzo
e tutt''e figliole belle
m'hann''a dà' 'o ramaglietto
io ll''o metto dint''o lietto
a freschià'...

Io lle faccio 'sta cuccàta
pe' cient'anne struppiàta...
Io n''e faccio ascì' d''a casa
'nchiuse sott''o fuculare
nun le faccio j' a cacare
...e manco a pisciare!

?mpilo ''mpilo si me 'ncazzo
io nun faccio sta' cuiete
nì 'o marito e nì a mugliera!
Nun chiagnite!Io pazzéo...
Vuje sapite ca io so' pazzo
e mme piace 'e pazzià'!

Ma cu mmico nun se pazzéa
se pazzéa c''o mese Abbrile,
ca è nu mese cchiù gentile:
'o vedite appriesso sta!

Songo abbrile:è primmavvera!
Chella 'a 'nnamurata mia
me dà tanta simpatia
e me fa vertecella'!

 

Chist'è 'o mese d''e ffigliole
c'hann''a fa le 'nnammurate;
ogge 'e veco cchiù allisciate
cu nu sciore justo ccà.

 

Songo 'o mese d''e vviole,
d''e garuofene e papagne
e pe' tutte ste campagne
faccio ll'evera addura'.

 

So' fiorista e vendo i fiori
vendo i fiori e so' fiorista;
veco maggio 'e fa' 'a pruvista
ca pur'isso apprieso sta!

Offrici un Caffe


 

servizioWhatsApp

animazione accademia

bannerq

News più lette