Questo sito si avvale di cookies, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione. 
Continuando a visualizzare il sito o premendo ok acconsenti all'uso dei cookie.

So' frevaro e songo curto
se la pigliano cu mme:
vuje dicite ca jo so' curto
e jo ve 'mparo de parlà'...

Jo ve faccio murì' 'e famma,
accussì vacanta 'a panza,
ve 'mparate la crianza
e nun parlate contr''e me!

Vuje sapite ca nun surrèjo
e dicite :faccio pena!
E si nun ve voglio bene
nun avite che mme fa'!

Vuje sapite che ve faccio?
Jo ve dongo 'sti turmiente:
acqua,neve,friddo e viento
e gghialàte 'nquantità...

E si chesto nun v'abbasta
jo ve scarreco 'e mascune
fino a dinto a li fucune:
chesto 'o curto ve farrà...

Vuje dicite:"è scarzo,è scarzo",
ma nun aggio corpa jo
chell'è corpa è mamma mia
ca penzaje 'e s'addurmì;

nun guardate a Sant'Aniello!
E po' chillu fesso 'e tata
s'abbuffaje 'e paglia 'e prato
chella sera e niente cchiù.

Ecco dunque la raggiona
della mia lunghezza scarza;
ma mo' vène 'o mese 'e marzo
ch' ha tre gghiuorne cchiù de me...


Offrici un Caffe


 

Carica file

Scegli file da caricaricare







vuoi sostituire file caricati con lo stesso nome
Si
No

servizioWhatsApp

animazione accademia

bannerq

News più lette