Questo sito si avvale di cookies, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione. 
Continuando a visualizzare il sito o premendo ok acconsenti all'uso dei cookie.

chiesaSanSebastianoVISCIANO, A SAN SEBASTIANO PRESENTATO IL LIBRO DI GIANDOMENICO LEPORE E NICO PIROZZI. Iniziativa culturale promossa dal Centro Studi Dossetti di Visciano con il patrocinio della Civica Amministrazione e il Circolo culturale Passepartout di Nola. Iniziativa che ha avuto quali relatori lo stesso ex procuratore partenopeo e Nico PIROZZI. Presente all'incontro l'avv. Francesco URRARO, Presidente Ordine degli avvocati del Foro NOLANO. Dopo il saluto del sindaco Pellegrino Gambardella e del presidente del C.S. Dossetti, Leopoldo Ferrante, i relatori hanno ricostruito il significato del libro, definito sincero dagli autori che lo hanno titolato "CHIAMATELA PURE GIUSTIZIA (SE VI PARE).". Un titolo coraggioso è molto attuale, visto il dibattito attuale. LEPORE parla della sua storia di magistrato di trincea. Carriera piena di luminosità in un Napoli tanto controversa. LEPORE, ahimè', si è occupato anche di inchieste complesse come 'Calciopoli' e 'Bunga bunga' e ovviamente delle inchieste inerente lo scandalo rifiuti. Ma non sono mancate le critiche ad una giustizia lenta e farraginosa. Il procuratore attacca tutti, in primis una classe politica litigiosa e incapace di decidere. Ha ricordato che abbiamo "un ministro neppure laureato". Ma l'obiettivo è concentrato sul processi lunghi 12 anni e la famosa prescrizione. Un pensiero è andato al magistrato Federico Bisceglie, perito in un incidente stradale e autore di numerose inchieste su reati ambientali nel NOLANO e ultimamente nella Terra dei fuochi. Ricordata anche la vicenda Sarà, la giovane donna bruciata viva dal suo ex fidanzato di Roma. Sulla questione si e acceso un vivace dibattito sulla premeditazione o meno dell'ex fidanzato assassino. Si e parlato anche di una giustizia a cui urge più credibilità. Eppure in parlamento vi sono avvocati e magistrati. "Sicuramente più avvocati", si lasciava scappare l'ex procuratore. Ma nonostante ciò la riforma tanto auspicata è al palo. Si parla tanto di certezza della pena ma solo a parole. Reati crudeli come il femminicidio o la pedofilia urgono una severa risposta da parte dello Stato e dal legislatore. Nel complesso abbiamo visto un uditorio attento ma anche vivace visto il tema trattato. Nicola Valeri

STASERA GIANDOMENICO LEPORE E VISCIANO PARLERA' DI GIUSTIZIA, SE VI PARE.giustizialibro
"CHIAMATELA GIUSTIZIA (SE VI PARE)" è il titolo del libro che il già Procuratore di Napoli, Giandomenico LEPORE, presenterà a Visciano. Location dell'incontro a la bellissima Chiesa di San Sebastiano in pieno Centro Antico nell'Oasi naturalistica e Cittadella della Carità. Presente all'incontro, che si tiene oggi alle 18,30, il sindaco Pellegrino Gambardella, sindaco di Visciano e il presidente dell'Ordine degli avvocati del Foro di Nola, URRARO. L'incontro è promosso dal Centro Studi "Dossetti" di Visciano con il presidente Leopoldo Ferrante e il Circolo culturale Passepartout di Nola rappresentato da Rosa Barone. Un incontro che rientra negli appuntamenti del Centro Dossetti per promuovere la cultura del leggere nel nostro territorio. Nella storica e suggestiva Chiesa di San Sebastiano affronteremo il delicato tema della giustizia. Avvocati e cittadini discuteranno sul tema "Chiamiamola pure giustizia" che è anche il titolo del libro. Il dr. LEPORE, uno dei magistrati in trincea anticamorra e per la legalità, da un proprio giudizio su un tema così complesso e affrontato anche dai vertici nazionali; CSM e governo. La certezza della pena è ciò che un po’ tutti chiedono allo Stato. Nicola Valeri.

Dall'evento facebook:
Perché non funziona la giustizia in Italia? Le riforme contenute nel decreto legge voluto da Renzi sono la giusta ricetta, o un elenco di azioni inefficaci? Siamo in presenza di una stagione di cambiamenti, o si tratta dell'ennesimo bluff? Sono queste alcune delle domande a cui cerca di dare una risposta il libro edito da CentoAutori. Forte dell’esperienza di mezzo secolo passato in magistratura, Lepore, racconta con occhio critico il sistema giudiziario italiano e le sue complesse relazioni con il mondo politico, spaziando dalla corruzione alle ingerenze delle evolute organizzazioni mafiose.


Alcuni degli ospiti:
Giandomenico Lepore è stato procuratore della Repubblica del capoluogo partenopeo dall'ottobre 2004 al dicembre 2011. Nella sua lunga carriera ha ricoperto gli incarichi di Pretore, Giudice istruttore, Giudice di tribunale e Consigliere di Corte d'appello nelle sezioni penali e presso la sezione minorenni. Alla Procura generale di Napoli, dove ha lavorato per diciassette anni, ha ricoperto gli incarichi di Sostituto procuratore generale, prima e di Avvocato generale, poi. Nell'ottobre 2004 ha assunto la titolarità della Procura della Repubblica di Napoli, dove ha conseguito importanti risultati nella lotta alla criminalità organizzata. Attualmente presiede la Corte arbitrale presso la Camera di commercio di Napoli, la Commissione giuridica dell'Aci di Napoli, l'Osservatorio anticamorra e riqualificazione Napoli nord, il comitato etico “Campania Centro”. Da anni è impegnato a promuovere e rafforzare la cultura della legalità, soprattutto nelle scuole e nei quartieri più degradati.


Nico Pirozzi (Padova,). Laureato in Sociologia all’Università “Federico II” di Napoli. Giornalista professionista, è responsabile dell'ufficio stampa della casa editrice "Cento Autori"; scrive per le pagine di cultura del quotidiano “Il Mattino” di Napoli. Specializzato in giornalismo di precisione, è direttore editoriale della collana d’inchiesta “Fatti&Misfatti” della casa editrice “Cento Autori”. Ha ideato e coordina il progetto “Memoriæ”, iniziativa promossa dalla Fondazione Valenzi e dalla onlus ALI.

La piazza principale di VISCIANO ospita per la VII' Edizione il gran finale del Premio CARPINE d'ARGENTO. Serata presentata da Mimmo Napolitano e Nicola Santarelli. Sono stati premiati i tre migliori corti e il premio Scuola andato all'Istituto del Parco Verde di Caivano che ha realizzato un documento sulla triste vicenda della Terra dei Fuochi. Corto realizzato in sinergia con Angelo Iannelli, presente sul palco con la sua Maschera di Pulcinella. Piu' che emozionato il dirigente scolastico, nostro conterraneo, Bartolomeo Perna. Presenti sul palco per le premiazioni il sindaco di VISCIANO Pellegrino Gambardella, Virginia Palmare, consigliere delegata Premio CARPINE d'Argento, Felice La Manna, Presidente Pro Loco VISCIANO E Sebastiano Montanaro, Presidente Comitato Resta VISCIANO. Inoltre hanno presenziato il prof. Pasquale Gerardo Sant'Elia, Sig. Pietro Damiano e Clemente Napolitano, direttore Artistico. Per la Piccola Opera della Redenzione ha premiato Padre Vito Terrin. MADRINA d'eccezione l'attrice lucana ANNARITA DEL PIANO. In serata la performance della Posteggia I DECUMANI diretta da Gioacchino Iovino. Il gruppo con 7 elementi ha eseguito canzoni del repertorio classico napoletano e la TAMMURRIATA VISCIANESE, dedicata alle Cittadella della Carita' e alle Madonna del Carpinello. Serata gradevole anche climaticamente. Il tutto con il piano di accoglienza e sicurezza dell'ATAPC PROTEZIONE CIVILE REGIONALE, POLIZIA MUNICIPALE E CARABINIERI DELLA STAZIONE DI VISCIANO. Nicola Valeri

premiocarpineprogrammaVISCIANO; NELLA CITTADELLA DELLA CARITA' PRENDE IL VIA LA VII' RASSEGNA DEL CARPINE D'ARGENTO E CORTI FESTIVAL. Con il mese di giugno iniziano gli eventi estivi dedicati alla Madonna del Carpinello e al Servo di Dio "Padre Arturo D'Onofrio". Si comincia domani con la tre giorni del Premio CARPINE D'ARGENTO E i Cortifestival. Location della prima giornata, la Sala Convegni del Villaggio del Fanciullo, PRIMA e unica Casa madre della Piccola Opera della Redenzione dove sono stati accolti e formati migliaia di fanciulli. Oggi e un accoglienza Casa dove vi e una Casa famiglia e Scuola parificare affidata alle Piccole Epistole della Redenzione guidate da madre Nunzia Gentilcore. Alle 18 avrà inizio il convegno dal titolo "Territorio, Malattia e Ambiente". con stimati e qualificati relatori come, il noto oncologo del Pascale, Antonio Marcella, il cardiologo e diabetologo Prof. Saverio Sgambato, gia' sindaco di VISCIANO e la Prof.era.Tullia Saccheri dell’Università di Fischiano (Salerno) alla quale viene consegnato il CARPINE D'ARGENTO. Ad accogliere i graditi ospiti, il or. Fioravante Meo, direttore di Radio CARPINE e i superiori delle due congregazioni, don Egidio Pittiglio e madre Nunzia Gentilcore. con il sindaco di VISCIANO Pellegrino Gambardella.. E coordinare i lavori Angelo Corato dell'ANSA Campania. Un tema, quello dell’ambiente affrontato due anni fa con don Maurizio Patriciello ed altri illustri ospiti. Tema in questa edizione allargato sul tema della enciclica "Laudato Si" di Papà Francesco che coincide anche con il Giubileo della Misericordia. E tale proposito, tra i premiati per i corti, figura anche l’istituto comprensivo del Parco Verde di Caivano con il dirigente Bartolomeo Perna. E proprio il giorno 4 in piazza verranno proiettati i migliori corti alla presenza di registi e autori, di cui Angelo Iannelli, nota maschera di Pulcinella. Domenica 5 gran gala' in piazza Lancellotti con i premiati e l'esibizione in anteprima a VISCIANO dei DECUMANI. Nicola Valeri.

Nella bellissima cornice del Centro Sociale C.A.Ticino, ex Cappella della Misericordia in piazza Lancellotti e VISCIANO, si e tenuta la seconda giornata della Rassegna CORTIFESTIVAL, Premio CARPINE D'ARGENTO. Una Commissione qualificata con il direttore artistico Clemente Napolitano, con altri membri di giuria, di cui il prof. Pasquale Gerardo Santella, il dr. Pietro Ammaturo, Pietro Damiano. Presente alla conferenza di presentazione coordinata da Clemente Napolitano, il regista e produttore Gaetano Di Maio e la nota attrice lucana Annalisa Del Piano. Sono intervenuti il sindaco Pellegrino Gambardella e la dr.ssa Virginia Luigia Palmare, presidente del Consiglio Comunale. Chiesetta gremita con uditorio molto attento. Eventi, come quello di questasera, preparati con cura dai timoniere dell'iniziativa Mimmo Napolitano, Nicola Santorelli e prof. Fioravante Meo. Attese anche per la presentazione del corto settore Scuola sulla Terra dei fuochi realizzato dai ragazzi dall'istituto ddl Parco Verde di Caivano. Per l'occasione interverra' il coopratagonista Angelo Iannelli e la Maschera di Pulcinella.
Il Premio CARPINE D'Argento, anche ques'anni sara' trasmesso da Videonola (c. 88 del d.t.) con uno special.
Questa sera al termine delle premiazioni l'esibizione del gruppo di posteggio l DECUMANI.
Nicola Valeri

Seduta durata oltre 5 ore quella odierna in cui sono stati approvati il Bilancio, rendiconto di gestione e il documento unico di programmazione. Tutti presenti all’inizio ma a metà seduta SOVIERO senza salutare abbandona l’aula dopo essersi scontrato verbalmente con il consigliere Conte e Palmese, contestato il ruolo di presidente del Civico consesso. Un ruolo quello del presidente più volte messo in discussione. I provvedimenti passano con qualche astensione; quella dell’avvocato Conte e il voto contrario di Acierno. Ma i diverbi si consumano tra SOVIERO e gli altri, compresi i tecnici. Sembra una sorta di uno contro tutti alla Maurizio Costanzo. Il tema in discussione sono le tasse comunali la cui riscossione è affidata ad un’azienda privata dalla precedente amministrazione. SOVIERO accusa l’azienda di “vessare” i contribuenti e accusa la maggioranza di non difendere i cittadini su questo fronte. Conte, a suo giudizio che non vi erano soluzioni alternative a questo affidamento e che bisogna scovare i morosi che non pagano. Conte attacca poi qualche segretario di partito che fa bello e cattivo tempo organizzando riunioni di gruppi trasversali in paese e poi si disinteressa di ciò che accade in Consiglio Comunale. Una dichiarazione che provoca l’irritazione del consigliere Trinchese che minaccia di abbandonare il consiglio. Sul bilancio tanti buoni propositi ad un anno dalla scadenza di mandato. Seduta durata oltre Mezzogiorno più per le polemiche che l’oggetto in discussione. Si è parlato anche degli immobili in possesso del comune e parzialmente utilizzati. In via Vittorio Veneto dove vi era ospitata la vecchia casa comunale a breve sarà sede di cooperativa sociale di assistenza per malati e anziani. Tutti da decidere per altre strutture. Si è parlato anche di parcometri e disciplina del traffico veicolare e parcheggi. Come sempre tra il pubblico si contano appena una decina di persone, compresi i Carabinieri e il comandante dei Vigili Urbani. Questa la dice lunga su un paese apatico o distratto che scende in campo solo per polemiche sterili o durante le campagne elettorali. Una situazione per la quale anche la politica ha le sue colpe. Cittadini sfiduciati e che si sentono presi in giro dai soliti noti del quartierino. Nel nuovo sistema elettorale è obbligatorio candidare almeno 4 donne e prevedere un assessore rosa in giunta Attualmente ce n’è uno ma nessuno se n’è accorto. Nicola Valeri

Notizia già apparsa al sito bassairpinia.it

Offrici un Caffe


 

servizioWhatsApp

animazione accademia

bannerq

News più lette