Questo sito si avvale di cookies, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione. 
Continuando a visualizzare il sito o premendo ok acconsenti all'uso dei cookie.

 

oramaria14

Una sacra rappresentazione scritta a ideata dal noto giornalista e scrittore di storia patria FIORAVANTE MEO messa in scena alle 21,30 in piazza Lancellotti. In realtà è il vero primo giorno festa; il calendario ufficiale va da sabato prossimo al venerdì successivo. Un evento che si rinnoverà anche quest'anno per la regia di NELLO MONTANARO e attori, tutti VISCIANESI. Evento realizzato e voluto dal Comitato festa presieduto da Sebastiano Montanaro. Rappresentazione scenica ambientata tra il 1400 e 1600. Due tempi; antecedenti al ritrovamento del QUADRO e qualche secolo dopo. Era il periodo degli ICONOCLASTI, quando gli arabi invasero le nostre terre e costringevano chiese e immagini sacre. Quel QUADRO fu nascotto sotto un CARPINE per salvarlo dalla razzia degli anticristo. Fu rinvenuto casualmente da alcuni contadini stremati dal lavoro dei campi. Era il tempo del CASALE DI VISCIANO, sotto il dominio degli ORSINI. Con il quadro, di epoca BIZANTINA fu rinvenuta anche una CAMPANA e delle ampolle con olio che si rivelo' prodigioso per gli appartati di Visciano e della Campania. Da quel prodigioso evento, secondo la tradizione, nasce il culto verso la MADONNA CONSOLATRICE DEL CARPINELLO. Secoli dopo quel QUADRO fu incoronato (22 agosto 1886) e la MADONNA proclamata REGINA DEL SUO POPOLO. Nel 1943 nasce la Piccola Opera della Redenzione e Padre Arturo accoglie i primi orfanelli. Alla fine degli anni '40ENNE nascono le due congregazioni religiose fondate da Padre Arturo. Nel 1971 Padre Arturo sbarca in America Latina. È in realtà A' STORIA NOSTA come recita una canzone di Raffaele Montella (1986) a la storia di un popolo legato, anche con qualche contraddizione, alla propria MADONNA e al proprio paese. Un popolo, come ai vecchi tempi, ogni anno si rimbocca le maniche per realizzare la festa alla Madonna. Una festa che non ha mai avuto interruzioni, nemmeno nell'anno post terremoto del 1980. QUALCHE ANNO che non e uscito il comitato ci hanno pensato i BATTENTI o qualche volenteroso. Ora con le maestose luminarie a tutto pronto per dire con orgoglio: VISCIANO STA NFESTA, A FESTA DO' CORE, A VOGLIO VEDE' FINCHE' IO MORO, sempre di Raffaele Montella. Nicola Valeri.

madonnaA meta' luglio, un po' piu' tardi rispetto alle consuetudine, inizia il Solenne NOVENARIO in onore della VERGINE CONSOLATRICE DEL CARPINELLO. Alle 19,30 la venerata statua del 1700 della Madonna verra' trasferita dal Tempietto al Santuario dove verra' intronizzata tra fiori e piante con addobbi da parte del Comitato Festa presieduto da Sebastiano Montanaro. SI iniziera' alle 20 con la recita del Santo Rosario, la Supplica a Santa Messa con predica di PADRE GIACINTO DI GIANNO, dell'Ordine dei Frati Minori di Taurano. Ci sara' un popolo festoso sul sagrato del Santuario per salutare con preghiere e al grido di 'VIVA MARIA' la Madonna che dalla piccola casa del Tempietto verra' esposta alla devozione del popolo Viscianese nella grande casa che è il Santuario. Il comitato come da tradizione prepara l'evento con la banda musicale che accoglie la Madonna e al lancio di granate. Anche i BATTENTI sotto la presidenza di Angelo La Manna iniziano la sottoscrizione per il sorteggio della BANDIERA che avverra' venerdi' prossimo verso la mezzanotte in piazza. SI puo' dire che si entra gia' in un clima festivo con i nove giorni in preparazione al grande evento della penultima domenica di luglio. Il tutto sotto la guida dei Missionari della Divina Redenzione guidati da don Egidio Pittiglio e del Parroco Padre Mario Foglia. Per la sicurezza e accoglienza dei visitatori e Pellegrini il tutto e affidato all'ATAPC Protezione Civile i cui operatori sono guidati da Gioacchino IOVINO. Da quest'anno, grazie alle strade associazione, il Santuario e provvisto di un impianto di debifrillatore e relativi operatori volontari. Il paese ovviamente si prepara alle grande festa. Macchina organizzativa e amministrativa compatta con il comando dei Vigili Urbani guidati dal comandante Antonio Foglia e Protezione Civile Comunale. Nicola Valeri

schiavaviscianoE’ il caso di raccomandare agli automobilisti che percorrono la strada Visciano- Schiava e viceversa, di stare attenti a un paventato cantiere in curva segnalato da semafori, in molte occasioni spenti e che possono provocare incidenti tra veicoli che percorrono la suddetta in entrambe le direzioni. Un disservizio segnalato anche ai Carabinieri ed altri enti preposti, ma c’è il classico scaricabarile tra chi dovrebbe intervenire e non lo fa. L’area interessata è stata anche segnalata mesi fa dall’ATAPC Protezione Civile come soggetta a dissesto idrogeologico e la stessa Città Metropolitana ha rilevato il problema. Con la presenza dei semafori la strada è diventata più stretta e allo stesso tempo pericolosa per gli automobilisti che non conoscono della presenza del cantiere. Va anche detto che è anche l’unica strada di collegamento con la Comunità collinare. Urgono quindi lavori, ma ci si limita a pulire qualche curva in occasione della Marcia del Rosario, del pellegrinaggio dei Battenti e in altre ricorrenze. In più di un’occasione dei tir si bloccano in qualche curva mettendo in isolamento il paese prima che riescano a liberare la strada. Disagi maggiori in inverno dove la strada a causa delle basse temperature diventa anche scivolosa. Adesso il problema è il semaforo che non segnala un bel niente. A questo punto ci domandiamo, facendo i dovuti scongiuri, ma cosa si aspetta che ci scappa il morto? NICOLA VALERI

bandieraVerso le 9 della mattinata è iniziato la lunga marcia, più simile a una ‘maratona’, della Commissione festeggiamenti in onore della Madonna Consolatrice del Carpinello. È la vera anteprima della grandiosa festa di luglio con le due processioni della Madonna, l Battenti, il Carro voti e il gran finale con il Concerto di GIGI D'Alessio. Il tutto grazie all'impegno e sacrificio del Comitato guidato da SEBASTIANO MONTANARO. LA Bandiera, risalente agli anni '40 e raffigurante la Vergine del Carpinello viene portata in tutte le strade, vicoli, porticati e in particolare ed ammalati e anziani. I cittadini nell'occasione danno l'offerta in denaro per la buona riuscita della festa. Un festa, alla quale intere famiglie contribuiscono con una devozione irrinunciabile, anche negli anni peggiori per il paese, come il terremoto dell'ottanta o la crisi di questi anni. Siamo a fine giugno e in prossimità del luglio Viscianese dedicato alle Madonna, quanto il corso principale e le due piazze saranno addobbato da artistiche luminarie. Dal penultimo sabato di luglio prenderanno i festeggiamenti. Tornando questa sera, sul tardi, al rientro della Bandiera ci saranno i giochi di fuochi della rinomata ditta Lieto di Visciano. Nicola Valeri

GioacchinoIovinoPer il trentennale di carriera, nell'ambito della moda, la notissima coppia DOLCE&GABBANA sarà protagonista a Napoli il 6 E 7 LUGLIO prossimi. Ospiti, il noto gruppo di posteggia I DECUMANI, guidati da Gioacchino IOVINO, nostro conterraneo. Un gruppo che è protagonista, da anni, di performance nei quartieri bene della città partenopea e non solo. Un repertorio, che va dalla tradizione classica napoletana, alla canzone popolare, passando alla tammorra. Autori da Salvatore Di Giacomo, Libero Bivio a Raffaele Viviani. Ultimamente viene riscoperta anche la tradizione locale come la TAMMURRIATA VISCIANESE e la devozione nella Madonna del Carpinello, venerata a Visciano. Nicola Valeri

bandieratoselloPossiamo definire quella di oggi è domani una prefesta in preparazione alla grandiosa festa della penultima domenica di luglio che culminerà con il concerto di GIGI D'ALESSIO previsto alle di luglio. Questo sabato è dedicato alle VERGINE ADDOLORATA, la cui PROCESSIONE uscirà dal Santuario alle 19 e si snoderà per le strade principali del paese. Sempre oggi, verso le 18 sarà intronizzata la BANDIERA DEL COMITATO FESTA DI LUGLIO, presieduto da SEBASTIANO MONTANARO in via Trieste. Per tutta la serata e le prime ore della mattinata di domenica la Sacra Immagine della Madonna posta in un apposito Tosello sarà oggetto di visita dei fedeli che daranno la propria offerta per l'organizzazione della imminente festa. Oggi, intanto, il Comitato si recherà in via Montedonico presso la famiglia Certaldo Emilio (COME da tradizione) per prelevare il gonfalone e in corteo portarlo presso l'abitazione del presidente 2016, in via Trieste. Domani, verso le 9 della mattinata, il Comitato inizierà il giro del paese, saranno visitati ogni vicolo e porticato per raccogliere offerte in nome della MADONNA. Il tutto accompagnati dal suono della fanfara e spari di fuochi d'artificio. LA BANDIERA dovrebbe far rientro presso il Sagrato del Santuario nella tardissima serata di domani (dopo le 23) con lo spettacolo di fuochi in Piazza Padre Arturo D'Onofrio. Nicola Valeri.

Offrici un Caffe


 

servizioWhatsApp

animazione accademia

bannerq

News più lette