Questo sito si avvale di cookies, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione. 
Continuando a visualizzare il sito o premendo ok acconsenti all'uso dei cookie.

In merito all'articolo pubblicato su BASSA IRPINIA il 25 agosto sulla serata ESTATE RAGAZZI c'è da puntualizzare che l'iniziativa è stata criticata sul social in merito all’opportunità di realizzarla il 24 agosto 2016 stesso giorno in cui l'ITALIA CENTRALE veniva devastata dal terremoto del 6 grado Richter. Su segnalazione viene smentita la notizia che "si siano ubriacati" durante la serata. Alle serate erano presenti circa 300 persone tra bambini e famiglie che hanno ricordato con l'intervento di PADRE NELSON MENDEZ la tragedia del terremoto. La manifestazione è terminata un quarto d'ora prima della mezzanotte. Non sarebbe stata rinviata, anche se la posizione è opinabile, per i diritti SIAE già pagati per quella serata. Questo è quanto hanno chiarito gli organizzatori. C'è chi voleva rinviarla per solidarietà alle popolazioni colpite dal sisma del Lazio e Marche ma alla fine ha prevalso la linea del non rinvio. Una serata, ripeto con successo di pubblico ma guastata da critiche Pro o contro l'iniziativa se farla quel giorno o rinviarla. Nicola Valeri

16 08 23 scambiocomitato Come ogni anno il 22 agosto, avviene la tradizionale consegna tra il vecchio e il nuovo comitato. Una delle tradizioni che si conferma nell'area Nolana è che una FESTA MUORE MENTRE UNA NUOVA NASCE PROPRIO QUEL GIORNO. È il 22 AGOSTO, solennita' liturgica di Maria Regina del Cielo e della Terra ma anche l'anniversario della Solenne Incoronazione dell'Immagine della Vergine CONSOLATRICE del CARPINELLO avvenuta il 22 Agosto nel 1886 e Visciano. In questo giorno c'è la tradizionale consegne della CASSETTE tra il vecchio e il nuovo Comitato. Possiamo definire il passaggio di testimone tra la vecchia commissione da via Trieste, presieduta da Montanaro Sebastiano e quella nuova, in via Cesare Battisti, che ritorna dopo quel 1994 e l'allora presidente fu quel LA MANNA Giuseppe, nonno materno del nuovo presidente D'ELIA GIUSEPPE. È per ricordare quella festa del 1994 per devozione e per amor del suo paese fa la festa 2017. E in quella casa che fu del nonno abita l'attuale nipote D'ELIA GIUSEPPE. L'attuale ricorrenza si puo' definire di ripiega ma ugualmente sentita dal popolo di Visciano che tra le ferie estive e l'imminente annata delle nocciole prepara la grande festa alla Madonna. Il Comitato vecchio e stanco passa il testimone e quello nuovo fresco ed entusiasta. Come ogni festa che finisce c'è il rimpianto di qualche lamentela, che non manca mai, e l'auspicio che la prossima festa sia migliore. Si dice "chello ca' vienè si mettò 'ncoppa a chello e' prima..." ma e un fatto. Rimane le feste, la tradizione, le luminarie e l fuochi che non potranno mai mancare. La processione del 22 agosto è suggestiva in quanto si svolge all'imbrunire e la statua della Madonna è Incoronata da fiori e lui,  opera  della famiglia Felice Montella e figli. Nicola Valeri

16 08 20 2017Con questi versi di Sebastiano Addeo "E figli e l'emigrante Visciano saluta il vecchio Comitato presieduto da Sebastiano Montanaro per fare le consegne alla nuova commissione, presieduta da GIUSEPPE D'ELIA, ex assessore alle politiche giovanili con il sindaco Domenico Montanaro. Ma l'ispirazione nel fare la Festa in Onore della Madonna arriva da una casa profondamente devota alla VERGINE e al proprio PAESE. Giuseppe si è ispirato non tanto al padre "SAVERIO D'ELIA, 1990 quanto a Visciano ci fu il Concerto di ANTONELLO VENDITTI ma alcuni anni dopo, quanto tocco' al nonno materno GIUSEPPE LA MANNA (1994) LA cui festa fu segnata dal crollo del pannello in piazza LANCELLOTTI, causa burrasca il martedì della festa, a nessuno si fece male. Solo alcune auto danneggiate in piazza. E poi, la malattia che porto' via il presidente La Manna dopo 3 MESI. Giuseppe, stesso nome del nonno, racconta, che il nonno Giuseppe, avendo scoperto il male che lo avrebbe portato via, "rifiuto' il ricovero in ospedale * ad Agosto * per portare e termine la festa". In quel 1994 fu Riccardo Cocciante a tenere il concerto in piazza. La Consegna delle CASSETTE con l'immagine della Madonna avviene il 22 agosto alle ore 18.00 da via Trieste, sede del vecchio presidente per essere esposte presso l'abitazione del nuovo presidente D'ELIA GIUSEPPE in via Cesare Battisti (di fronte Casa Canonica Chiesa Parrocchiale). Alle 20 all'imbrunire la Processione con le candele e la Madonna Incoronata di Fiori . Allestimento della famiglia MONTELLA Felice e figli. Per quanto concerne la festa del 2017 il presidente si ripromette di risolvere con il sindaco l'annoso posto dove far sparare i fuochi. "L'intenzione è quella di trovare area dove possa allestire uno spettacolo pirotecnico onde evitare gli incidenti sfiorati qualche anno prima". Ovviamente, si spera che se un popolo tiene al fuoco tradizionale, poi non ci siano i soliti "ricatti" economici di chi predica bene e razzola male. Intanto il paese saluta la Sua Madonna con una fede che viene un po' meno, ma alla festa questo paese non rinuncia mai. Nicola Valeri.

16 08 11 Omelia del Mons De PalmaPer raggiungi limiti di età Padre Beniamino Depalma va via come pecore della diocesi di San Paolino e San Felice per raggiunti limiti di era', previsti dai Diritto Canonico (75 anni) e al suo posto dovrebbe arrivare Mons. Giovanni D'Alise, SECONDO indiscrezioni e attuale vescovo e Caserta. D'Alise fa PARTE della dei Focolai fondati da CHIARA LUBICH. Per Padre Beniamino, pugliese di Giovinazzo (Bari) e prima ancora Arcivescovo di Amalfi Cava è STATO un apostolato fecondo nella Diocesi nolana e con battaglie irrinunciabili per i piu' deboli contro i reati ambientali e il deturpamento del territorio. Battaglie per il lavoro e gli operai di FABBRICA ITALIA e Pomigliano D'ARCO e a lui la nomina di preti CORAGGIO come Don Peppino Gambardella e don Aniello Tortora e Pomigliano. E' stato in prima linea contro la realizzazione di discariche e impianti per il ciclo dei rifiuti (Cdr*Stir ed altro). In prima linea contro la corruzione e quegli amministratori che non pensavano agli ultimi. Ha difeso la citta' e la diocesi contro attacchi di una certa stampa con etichette di "Terra di camorfa" e di malaffare. Il suo grido contro la violenza camorristica non si è fatta attendere. Progetti come Agosto col grembiule, prmosso in collaborazione con la Caritas. Sono stati, promossi i Centri Caritas di Nola e Pomigliano, un Centro per aiutare gli immigrati Pomigliano. A Padre Beniamino ancora tanti anni di apostolato ovunque esso dscidera' di andare in pensione. NICOLA VALERI

È ALLARME ROGHI in zona Salita Provinciale per FRESSURIELLO di Saviano dove in questo periodo di "annata" per le campagne della nocciola agricoltori (chiamiamoli cosi) e spregiudicati (infiascandone della legge e regole) invidiano fogli secche e sterpaglie e tutto il resto, che è nocivo alla salute, ed in particolare per soggetti asmatici e patologie cardiorespiratorie soggetti e respirare i fumi e odori Acri e nasuebondi in zona. A causa di tali proteste di famiglie che abitano in zona la Consulta Comunale per l'Ambiente presieduta dal dott. Gennaro Esposito ha deciso di fare controlli delle 20 alle 24 orario in cui non vi sono Vigili urbani in servizio (per la verita' anche in altre zone) con GPS e foto segnaletiche per capire "chi viola la legge e le regole, E ovviamente dai luoghi o fondi in cui partono questi roghi. Roghi, per di piu' non solo vietati dalla legge, ma contenenti foglie secche, sterpaglie e rifiuti anche nocivi che possono causare bruciori agli occhi e cardio respiratori. C'è stato un vertice tra l'assessore al ramo del Comune di Saviano, Luigi Cappella e la stessa Consulta sul da farsi. In questo caso è stato interessato anche lo stesso sindaco Carmine Sommese, che tra l'altro è un noto medico ospedaliere del Santa Maria della Pieta' di Nola. È pur vero che e un periodo di fatica e sacrifici per i nostri agricoltori ma e anche vero che bisogna avere più cura per il nostro ambiente e per la salute altrui che e minacciata da chi perpetra con spregiudicatezza tale campagne. Speriamo che chi di dovere abbia più cura e amore per le nostre terre. È chi deve controllare lo faccia senza avere 'la puzza al naso' senza guardare a nessuno. Nicola Valeri

PadreArturoItaliaMondoEra l'8 agosto del 1914, dove in un paesino del Milano nasceva da Chiara e Luigi D'Onofrio, "Arturo D'Onofrio'. Il futuro sacerdote e Servi di Dio, nasce in via 24 Maggio (bond' e curt) in fondo al paese. Da quel giorno inizia la svolta per questi perdemmo, meglio noto, come la conca di Visciano. La sua vocazione di giovane missionario lo porterà' a TORTONA, dove conobbe un'altro grande Santo, quel din LUIGI ORIONE e sempre nel Nord Italia don CALABRIA. Ma il destino, lui diceva la Madonna, li condusse a VISCIANO, era gia' PRETE, ordinato a TORTONA il 12 marzo del 1938. Era il Natale del 1943 dove nella Casa paterna in via era MAGGIO ospita i primi orfanelli. Nascerà' la prima Casa di Padre Arturo e poi la Piccola Opera della Redenzione. L'amore per la Madonna del CARPINELLO e nella Divina Provvidenza l'opera si estenderà' in Campania, nelle Puglie, In Italia e nel mondo. Incontrera' negli anni Madre Anna Vitiello e Torre del Greco che diventerà' cofondatrice e prima madre generale delle Suore Piccole Epistole della Redenzione. Le suore 'dette ' di Padre Arturo le troviamo a Visciano, al Villaggio del Fanciullo. Ex casa del Fascio, terreno Donato dal Principe LANCELLOTTI. Poi le suore, come i missionari guidati da Padre Arturo sbarcano in America Latina (Colombia, Guatemala, El Salvador, Costarica, Messico) e in Asia (India e Timor Est) C'è stata una piccola parentesi nella Nuova Repubblica del Congo (ex Zaire) ma la missione a durata qualche anno per motivi di sicurezza. In gergo maschile arrivano PADRE NICOLA ARIANO, che diventera' primo superiore in Colombia, poi don LIVIO PULITA (Attuale Rettore del Santuario) PADRE MARIO FOGLIA (Attuale parroco di Visciano) Il Veneto dara' numerose vocazioni come lo stesso Padre Livio, Padre Baldini, don Lino, don Tarcisio e Don Vito Terrin, primo successore di Padre Arturo per 2 mandati (12 anni) e ancor prima, superiore generale in Colombia. Attualmente superiore generale e don Egidio Pur figlio, della zona di Cassino. Per il Servo di Dio e in corso la Causa presso la Commissione Vaticana per l'ELEVAZIONE AGLI ALTARI dirette dal cardinale Amato., dopo aver superato quella diocesana e regionale. L'associazione Ex Alunni presieduta da Pellegrino Gambardella (Attuale sindaco di Visciano) con vice Ariosto PRUDENZIANO sta promuovendo la redazione e finanziamento di un Monumento in onore del Servo di Dio che sorgerà' alle rotonda di Schiava A16 Na*Ba) con il contributo degli Ex Alunni e benefattori Pro Piccola Opera e emigrati (ex alunni) all'estero. Il terreno è stato dato in Comodato d'uso dalla Citta' Metropolitana di Napoli, e senza contributi pubblici come tutte le opere di PADRE Arturo). Nel Santuario alle 19 Santa Messa celebrata dal Vescovo. Al termine Visita e omaggio alla Tomba di Padre Arturo nella CRIPTA. Tomba nell'occasione vegliare, come nei giorni festivi, dagli operatori dell'ATAPC PROTEZIONE CIVILE REGIONALE. Nicola Valeri.

Offrici un Caffe


 

servizioWhatsApp

animazione accademia

bannerq

News più lette