Questo sito si avvale di cookies, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione. 
Continuando a visualizzare il sito o premendo ok acconsenti all'uso dei cookie.

02 04Nella Sala Convegni dell'OSSO DI MARIA a VISCIANO si e parlato di Agricoltura, difesa del prodotto locale e territoriale e Piccole Imprese. E proprio l'Associazione della PICCOLE E MEDIE IMPRESE territoriale presieduta dal dottor SALVATORE GUERRIERO, gia' sindaco di AVELLA ha organizzato l'evento che ha avuto un obitorio di un centinaio di persone oltre ai relatori e il sindaco che ha ha tenuto un breve saluto introduttivo. Sono intervenuti vari esperti in materia, fra cui il dottor Sabato Certaldo della Confederazione Italiana Agricoltura e SALVATORE GUERRIERO delle Piccole e Medie Imprese che hanno focalizzato sul tema dello sviluppo con lo sfruttamento dei fondi europei e la valorizzazione della nocciola doc locale, come quella di AVELLA, dice GUERRIERO, per fronteggiare il mercato cinese dove è in uso una manodopera anche minorile e assai discutibile. Bisogna dire che nei Paesi dell'Estremo Oriente e Turchia da noi i giovani si allontanano sempre di piu' rispetto ai nostri padri al lavoro del campi.. Castaldo focalizzata il suo intervento dalle occasioni di sviluppo attraverso lo sfruttamendo dei fondi Europei. Spesso i Comuni e le associazioni di categoria LATITANO da queste opportunita'. VISCIANO E a pochi mesi se un'imminente campagna elettorale per le comunali è questo convegno, secondo alcune indiscrezioni avrebbe una connotazione politica, visto che il moderatore era il figlio di un potenziale candidato a sindaco. Dalle foto scattate si notavano molte sedie vuote in prima fila oltre che al centro della Sala. Altri osservatori sottolineando che, guarda caso, di Agricoltura, CHE e la materia più sentita in paese, si parli in un imminente campagna elettorale e diventi uno slogan preferito dei partiti che la fanno propria nei programmi elettorali. Tra il pubblico, composto da un centinaia di presenze si notava la presenza dell'ANTA con propri operatori in divisa e tanti curiosi. Nicola Valeri

Il Perfetto di Napoli Gerarda Maria Pantalone ha convocato i sindaci della provincia napoletana invitando i primi cittadini ad accogliere in ogni comune una quota di immigrati. La legge prevede che ogni comune deve accogliere 3 rifugiati ogni 1000 abitanti. A Visciano toccano quindi almeno 14 unità da ospitare in strutture adeguate o in alberghi del posto. A gestire la struttura e il vitto, nonche’ il ristoro, sarà una cooperativa iscritta in apposito albo o un albergatore. La quota riconosciuta dallo Stato è pari ad euro 40 a rifugiato al giorno, di cui circa 3 euro andranno a loro per le spese personali. I sindaci, come il prefetto ha affermato, non potranno rifiutarsi e dovranno decidere in tempi brevi dove sistemare gli stranieri. È una svolta quella dei Prefetti dopo le note vicende di quei comuni che si erano opposti  e che ha visto vere e proprie rivolte degli abitanti. In realtà sugli 8000 Comuni italiani solo 3000 circa hanno accettato di ospitare i MIGRANTI e i Perfetti erano costretti quindi a mandare una quota maggiore in alcuni comuni  o frazioni  al punto che in alcuni casi i rifugiati erano a volte di numero superiore agli stessi abitanti. Nella Cittadella della Carità quindi  arriveranno circa 14 rifugiati politici  la cui destinazione sarà decisa nei prossimi giorni. Il sindaco, Pellegrino Gambardella che ha partecipato al vertice prefettizio afferma: ” è un atto dovuto e il Perfetto è stato chiaro e categorico. Non si può rifiutare”. L’attuale ministro MARCO MINNITI rispetto al suo predecessore ALFANO ha dato  direttive chiare ai prefetti in modo che si applichi la legge e la direttiva ministeriale. Cosa ne pensano i Viscianesi è ancora presto a dirlo, sta di fatto che nelle prossime settimane nella cittadella della Carità arrivano nuovi “pellegrini”. Nicola Valeri

A Caira, frazione di CASSINO, si è spenta la signora ANGELA NARDONE mamma del superiore generale dei Missionari della Divina Redenzione, don EGIDIO PITTIGLIO. La signora NARDONE è deceduta alla veneranda eta' di 87 anni ed era rimasta vedova qualche anno fa. I FUNERALI saranno celebrati domani pomeriggio, verso le 15 nella CHIESA parrocchiale di CAIRA ed è prevista una folta rappresentanza della PICCOLA OPERA con sacerdoti e suore e della comunita' di VISCIANO connil PARROCO PADRE MARIO FOGLIA e le associazioni parrocchiali e locali come gli operatori dell'ARMA e ATAPC, Azione Cattolica, i Battenti ed altre. Nicola Valeri

01 18 Ieri 17 GENNAIO è iniziato il solenne triduo di preparazione alla festa del Santo Protettore,SAN SEBASTIANO MARTIRE dove il 20 Gennaio, verso mezzogiorno ci sara' la solenne processione per le strade principali del paese collinare. Nella Chiesa monumentale a Lui dedicata, sita in via Roma, viene intronizzata la statua del Santo martire dove in queste date, alle 17.00 sarà celebrata la Santa Messa con omelia del padre predicatore. Quella di San Sebastiano e una delle feste piu' importante dell'anno, dopo quella di luglio dedicata alla MADONNA CONSOLATRICE DEL CARPINELLO. La Chiesa a Lui dedicata, la piu' storica di Visciano a di proprieta' della Curia e in comodato d'uso al Comune che in collaborazione con la Regione ha finanziato il restauro dopo che la stessa fu seriamente danneggiata dal terremoto del 1980 e 81. Il nuovo tempio viene inaugurato e qui si svolgono periodicamente eventi liturgici durante l'anno e culturali, come concerti, convegni e mostre. Urge un impegno in piu' da parte del Comune per la manutenzione, un audio piu' efficiente e il tamburo d'ingresso che permette piu raccoglimento durante i riti religiosi in inverno rendere il luogo piu' riparato dal freddo. Magari l'amministrazione, più volte sollecitata, si adoperera' a queste esigenze. Nicola Valeri

01 20Si è svolta verso mezzogiorno la solenne processione di SAN SEBASTIANO MARTIRE, Santo patrono del paese per le strade della cittadina collinare. Il sacro rito, animato dal suono delle marce sinfoniche della banda di BRACIGLIANO JUNIOR, e stata presieduta dal PARROCO, PADRE MARIO FOGLIA, con la partecipazione delle associazioni parrocchiali, IL clero e l'Amministrazione comunale in veste ufficiale con il sindaco PELLEGRINO GAMBARDELLA. La festa di San Sebastiano è stata organizzata dal COMITATO FESTA DI LUGLIO, presieduto da GIUSEPPE D'ELIA che oggi pomeriggio vi aspetta in piazza con alcuni giochi tradizionali. Nicola Valeri

Non si placa la polemica sui pazienti curati al Pronto Soccorso dell'ospedale di Nola non essendoci barelle. Questa mattina a scendere in campo una ventina di sindaci del territorio solidali con i medici sospesi dall'ASL. I primi cittadini erano schierati davanti all'ingresso del Santa Maria della Pieta' per dire no allo sciacallaggio su un tema che si pone tutti i giorni e qualcuno come dice NELLO LAURI, noto gastroenterologo del nosocomio NOLANO, "SI È VOLUTO TROVARE IL CAPRO ESPIATORIO PROPRIO ORA". Il sindaco di Nola, GEREMIA BIANCARDI, A nome dei sindaci chiede che la Regione cominci ad interessarsi seriamente dell'Ospedale di Nola. Altra polemica è stata creata dalla nota trasmissione AGORA' di Rai 3 dal titolo "2017" in cui si è fatta molta ironia e un collegamento con l'ospedale di Nola in cui c'erano il vescovo DEPALMA e alcuni medici in tarda serata (dopo le 23) che il conduttore in tre minuti gestiva con ironia e arroganza. Qualcuno ha definita la questione dell'ospedale di Nola "LA BARZELLETTA D'ITALIA" e quelle foto postate hanno gettato nel ridicolo anche persone per bene. I sindacati che protestano sotto la Regione Campania sostengono che Nola è solo la punta di icerbeg della Sanita' campana e che al Pronto Soccorso dell'ospedale di Nola arriva i circa 300 pazienti al giorno. Il presidente Se Luca dice che le responsabilita' vanno ricercate nei di VENTO e non certamente nei medici e personale sanitario e si dice d'accordo con il ministro LORENZIN a creare una sinergia tra Regione e Governo per risolvere i problemi strutturali degli ospedali.
Nicola Valeri

Offrici un Caffe


 

servizioWhatsApp

animazione accademia

bannerq

News più lette